Ottenere cellule madre con le proteine

Le Proteine

Informazioni sulle proteine e sugli alimenti che ne contengono

Una scoperta, realizzata dal Scripps Research Institute di San Diego, potrebbe eliminare la necessità di distruggere embrioni per creare cellule madre e avere un metodo per creare cellule madre specifiche per il paziente da poter usare in terapie e ricerche.

cellule-madre-inserzione-proteine

La scoperta consiste nell'inserire proteine nelle cellule per farle tornare al loro stadio primitivo.

Il team di ricercatori, con a capo Sheng Ding, ha trasformato cellule di fibroblasti completamente formate, precursori del muscolo e delle cellule della pelle, in cellule madre primitive simili a quelle degli embrioni, senza però usare geni pericolosi o virus, secondo l'articolo della rivista scientifica Cell Stem Cell.

Una volta ottenute queste cellule simili a quelle degli embrioni, le stesse possono essere usate per trasformarle in vari tipi di cellule del corpo. È un significativo miglioramento della tecnica scoperta tre anni fa da un team giapponese guidato da Shinya Yamanaka e che consiste nell'inserire quattro geni in cellule della pelle mature per farle tornare al loro stadio embrionale.

I geni che si inseriscono nelle cellule provocano però il cancro e cambiano completamente il profilo genetico della cellula. Ciò significava che non si sarebbe mai potuta usare per terapie per gli esseri umani né tantomeno per curare malattie. Togliendo dal processo l'inserzione dei geni, il team di Ding ha risolto gli ostacoli più difficili relazionati ai trattamenti medici basati sulle cellule madre.

Inoltre, il processo provato in cellule di topi, non implica la distruzione né di embrioni né di ovuli, che erano motivi di controversie sulle ricerche con cellule madre di embrioni.

"Anche se è stato provato sui topi, è già un gran passo in avanti" ha detto Reenee Reijo Pera, direttore della Stanford University Center for Human Embryonic Stem Cell Research and Education. "Basicamente, ciò ci dice che questo processo può essere effettuato senza inserzione di DNA".

Il lavoro di Yamanaka fu anche il primo fatto su topi prima di essere usato con successo negli esseri umani. È il procedimento scientifico normale di molte scoperte perché è più facile lavorare con le cellule dei topi. Dalla scoperta di Yamanaka, ormai tre anni fa, scienziati di tutto il mondo hanno cercato di trovare la forma di creare cellule madre senza geni.

Obiettivo di molti scienziati, includendo Ding, è quello di usare piccole molecole per forzare i cambiamenti nelle cellule. Altri scienziati hanno provato inserendo geni per poi eliminarli dopo i cambiamenti.

Il metodo usato da Ding prende una strada che sembrava ovvia a molti scienziati pero difficile da realizzare. I geni inseriti nelle cellule secondo il metodo di Yamanaka portavano il corpo a creare proteine che facevano tornare le cellule a uno stadio primitivo.

Il team di Ding creò queste proteine fuori dalla cellula. Dopo aver creato le proteine, si devono inserire direttamente nella cellula, provocandone la trasformazione.

Le cellule madre create per induzione delle proteine (piPS) si svilupparono formando tre tipi di cellule basiche. Partendo da queste, nello sviluppo degli embrioni si differenziano tutti gli organi e i tessuti.

Anche se sembra facile, la magia è stata quella di riuscire a inserire la proteina nelle cellule nel momento opportuno e nella localizzazione corretta, commenta Pera.

Negli esseri umani potrebbe permettere agli scienziati di creare cellule madre partendo da una cellula della pelle di una persona, simili a quelle degli embrioni e specifiche del soggetto. Queste cellule potrebbero essere dunque usate per studiare la malattia di una persona o creare, teoricamente, una terapia totalmente personalizzata.

Ding ha detto che il team è riuscito a raggiungere questo traguardo grazie all'esperienza di scienziati che con regolarità creano vari tipi di proteine.

Articoli relazionati con Ottenere cellule madre con le proteine