Scoperta nuova funzione delle proteine

Le Proteine

Informazioni sulle proteine e sugli alimenti che ne contengono

I ricercatori hanno studiato una proteina chiamata NOD relazionata alle proteine motrici che potenziano le varie attività cellulari, tra cui il trasporto intracellulare, il segnalamento e la divisione cellulare.

La proteina NOD è relazionata alle proteine motrici

Si è ricorso alla cristallografía a raggi X per determinarne la struttura. Successivamente si è usato la cinetica enzimatica per verificare come si crea.

Anche se questa proteina è stata ritrovata nel moscerino della frutta, i risultati sono utili per determinare le funzioni delle proteine NOD negli esseri umani. "Questo studio di NOD ha dato delle prove su come funziona un motore chinesina" ha detto Jared Cochran, un saggista di un post-dottorato a Dartmouth e principale autore dello studio.

"Invece di muoversi per conto loro, si attaccano agli estremi dei microtubuli dando vita a un vincolo incrociato tra le braccia dei cromosomi e la crescita dei microtubuli della cellula. Se il NOD non funziona correttamente, le due cellule finiranno con qualsiasi delle due oppure con nessuno di questi cromosomi, il che sarebbe letale per la cellula e l'organismo nella maggior parte dei casi".

Con dei colleghi del Lawrence Berkeley National Laboratory, dello Stowers Institute for Medical Research in Kansas City, Missouri e del Kansas University Medical Center in Kansas City, Kansas, il gruppo Dartmouth ha pubblicato il suo studio il 9 gennaio del 2009 nella rivista Cell. L'articolo s'intitola "ATPase Cycle of the Nonmotile Kinesin NOD Allows Microtubule End Tracking and Drives Chromosome Movement.".

"Prima di questo studio, si dimostrò che i motori di chinesina funzionavamo sia attraverso vie microtubulari che rompendo i microtubuli" dice Jon Kull, autore principale del documento e professore associato di Chimica a Dartmouth laureato nel 1988. "Questo lavoro descrive un nuovo modo del funzionamento della chinesina in cui NOD non si muove, ma alterna tra afferrare e lasciare la fine di ogni filamento, indirizzandoli man mano che crescono. La varietà di funzioni di queste proteine è davvero notevole".

Uno degli autori del documento, Natasha Mulko, laureata nel 2007 a Dartmouth, ha lavorato in questo progetto per la sua tesi di Dottorato in Chimica. Mulko è attualmente studentessa laureata in Odontologia all'Università di Creighton. "Il lavoro di Natasha è stato davvero importante in questo studio, visto che ha lavorato per ottenere e migliorare i cristalli di proteine necessari a risolvere la struttura" dice Kull, suo relatore di tesi.

Rating: 4.5/5 (25 votes)

Articoli relazionati con Scoperta nuova funzione delle proteine